SU AMAZON IN OFFERTA OGGI



1955 il primo forno a microonde domestico

Il forno a microonde non è nato da umili origini. È un apparecchio nato dai sistemi radar usati nella seconda guerra mondiale – e dai laboratori di quella che oggi è una delle più grandi compagnie di difesa degli Stati Uniti.

All’inizio della seconda guerra mondiale, i fisici inventarono il magnetron, un tubo elettronico che poteva generare microonde e migliorare la capacità dei sistemi radar britannici di individuare gli aerei da guerra nazisti.

1955 il primo forno a microonde domestico

L’ingegnere di Raytheon Percy LeBaron Spencer stava lavorando ad un set di radar attivi qualche anno dopo, quando accidentalmente gli si è fuso in tasca una barretta di cioccolato. Pensava che le microonde potessero cuocere il cibo. Spencer ha poi provato a far scoppiare i popcorn e a preparare un uovo usando il microonde.

Raytheon aveva depositato un brevetto per il processo di cottura al microonde nel 1945. Due anni dopo, costruì Radarange, il primo forno a microonde al mondo.

Il Radarange era grande come un frigorifero, ma più pesante. I tubi del magnetrone dovevano essere raffreddati ad acqua, quindi era necessaria un’installazione idraulica. Risultato: Il primo forno a microonde pesava circa 750 libbre ed era alto quasi 6 piedi.

Il microonde beta è stato collocato in un ristorante di Boston per i test. Raytheon introdusse un forno a microonde commerciale, il 1161 Radarange, nel 1954. Era costoso – al prezzo di 2.000-3.000 dollari (l’equivalente di 16.000-24.000 dollari in contanti di oggi).

Raytheon diede in licenza la sua tecnologia alla ditta Tappan Stove. Tappan introdusse un grande apparecchio a parete da 220 volt come forno a microonde domestico nel 1955. Fu venduto per 1.295 dollari (cifra che oggi è di 10.500 dollari).

Aveva due velocità di cottura (500 e 800 watt), esterno in acciaio inossidabile, ripiano in vetro, elemento di cottura superiore e un cassetto per schede di ricette. Ma il prezzo era alto, e la cottura a microonde era un’incognita.

I consumatori stavano alla larga dall’apparecchio. Le vendite erano lente.

Una consociata della Studebaker chiamata Franklin Manufacturing produceva magnetroncini e vendeva forni a microonde simili al Radarange. Litton Industries acquistò Franklin da Studebaker negli anni ’60 e fece un grande passo avanti.

Litton ha sviluppato la forma corta e larga del microonde che oggi conosciamo bene. E ha creato un forno che poteva sopravvivere anche quando non c’era nessun oggetto da riscaldare al suo interno.

I prezzi cominciarono a scendere rapidamente. Raytheon, che aveva acquisito una società chiamata Amana, introdusse il primo modello di casa popolare nel 1967, il piano di lavoro Radarange. Costava 495 dollari (circa 3.200 dollari oggi).

L’interesse dei consumatori per i forni a microonde cominciò a crescere. Circa 40.000 unità furono vendute negli Stati Uniti nel 1970. Cinque anni dopo, quel numero raggiunse il milione.

L’aggiunta di controlli elettronici rese i forni a microonde più facili da usare, e divennero un’apparecchiatura fissa nella maggior parte delle cucine. Circa il 25% delle famiglie americane possedeva un forno a microonde nel 1986. Oggi, quasi il 90% delle famiglie americane ha un forno a microonde.

 

Ultimo aggiornamento 2021-07-29 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API